GIORNALISTA PER UN GIORNO

La Redazione dell‚ÄôEco dell‚ÄôAntonelli invita tutti gli studenti del Liceo ad un‚Äôoccasione pi√Ļ unica che rara!

Da oggi potrete vedere pubblicati i vostri articoli!

Scriveteci le vostre esperienze di viaggi, di concerti indimenticabili, recensioni dei vostri film, libri e videogiochi preferiti …  e molto altro.
Allegate foto e immagini!

Una commissione sceglier√† gli articoli pi√Ļ avvincenti.

Inviate senza timore a questa mail:                                                                       ecoantonelli@gmail.com

PARTECIPATE NUMEROSI ūüôā

Il Liceo Antonelli alle OLIMPIADI

Ebbene sì, l’Antonelli è da moltissimi anni un partecipante assiduo delle OLIMPIADI!
Attenzione per√≤! Non sono esattamente le olimpiadi ‚Äúcanoniche‚ÄĚ, quelle che ci tengono incollati alla tv ogni quattro anni in cui vediamo competere tra loro i migliori atleti del mondo.

Le olimpiadi che vedono impegnati gli studenti del nostro Liceo sono olimpiadi in cui sono conoscenze e abilità a essere messe in gara. Si dividono per materie e sono organizzate da enti esterni che invitano gli studenti e le scuole a partecipare.
Tra le pi√Ļ importanti troviamo:

  • Olimpiadi delle neuroscienze:Le Olimpiadi delle Neuroscienze costituiscono le fasi locale e nazionale della International¬†Brain Bee¬†(IBB): una competizione internazionale che mette alla prova studenti delle scuole medie superiori sul grado di conoscenza nel campo delle neuroscienze. L‚Äôobiettivo principale della competizione √® accrescere fra i giovani l‚Äôinteresse per la biologia in generale e per lo studio della struttura e del funzionamento del cervello umano.¬†Dopo una fase interna a ogni istituto, che porter√† i vincitori alla fase regionale, gli studenti vincitori della fase regionale potranno prendere parte a quella nazionale e il vincitore della fase nazionale, prender√† parte alla fase mondiale che si svolge ogni anno in una citt√† diversa e che vede coinvolti studenti di tutte le nazionalit√†.
  • Olimpiadi di matematica (giochi di Archimede):L‚ÄôUnione Matematica Italiana ha costituito una commissione nazionale per le Olimpiadi: una rete di docenti esperti in ogni provincia per organizzare un programma di iniziative capillari negli istituti di istruzione secondaria superiore. Questo programma √® detto Progetto Olimpiadi della Matematica.
  • Olimpiadi della fisica (giochi di Anacleto):riservate agli studenti delle Scuole Secondarie Superiori italiane, connesse con le Olimpiadi Internazionali della Fisica, tutti gli studenti interessati possono parteciparvi.
    Per gli studenti del triennio si tiene una Gara di Primo Livello. I vincitori potranno accedere al Secondo Livello nella sede pi√Ļ vicina e gareggiare con le squadre di tutte le scuole del territorio che aderiscono alle OLIFIS.
    I 100 studenti ‚Äúsuper‚ÄĚ partecipano alla Gara Nazionale di Fisica a Senigallia, i¬†vincitori delle OLIFIS aderiranno alle IPhO ( International Physics Olimpiads) e ne verranno selezionati cinque per costituire la squadra italiana alla gara internazionale.
  • Olimpiadi di informatica:¬†Il Ministero dell’Istruzione, dell’Universit√† e della Ricerca e AICA, con l’obiettivo primario di stimolare l’interesse dei giovani verso la scienza dell’informazione e le tecnologie informatiche, gestiscono l’organizzazione delle Olimpiadi di Informatica.
    Le Olimpiadi di Informatica sono nate con l’intento di selezionare e formare, ogni anno, una squadra di atleti che rappresenti il nostro paese alle “International Olympiad in Informatics” (IOI), indette dall’UNESCO fin dal 1989.
    L’Italia ha partecipato per la prima volta, in forma sperimentale, alle IOI del 2000.
    A partire dal 2001 la partecipazione è diventata stabile grazie al coordinamento operato da un’organizzazione appositamente costituita.
    Dall’edizione 2004 le IOI sono patrocinate dal Ministero per l’innovazione e le tecnologie.
  • Olimpiadi di italiano:¬†La manifestazione si svolge sotto il Patrocinio e il supporto organizzativo del Comune di Firenze, in collaborazione con: Ministero per gli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Uffici Scolastici Regionali, Accademia della Crusca, Associazione per la storia della lingua italiana (ASLI), Associazione degli Italianisti (ADI), Rai Radio3, Rai Cultura e il Premio Campiello Giovani. La competizione, rivolta agli istituti secondari di secondo grado, si colloca, nella sua fase finale, nell‚Äôambito di una pi√Ļ ampia iniziativa culturale di valorizzazione della lingua e della letteratura italiana intitolata “Giornate della lingua italiana”. Le Olimpiadi di Italiano si propongono di incentivare e approfondire lo studio della lingua italiana, elemento essenziale della formazione culturale di ogni studente e base indispensabile per l‚Äôacquisizione e la crescita di tutte le conoscenze e le competenze; sollecitare in tutti gli studenti l’interesse e la motivazione a migliorare la padronanza della lingua italiana; promuovere e valorizzare il merito, tra gli studenti, nell‚Äôambito delle competenze linguistiche in Italiano.
  • Giochi della Chimica:¬†La¬†Societ√† Chimica Italiana(SCI) organizza ogni anno i¬†Giochi della Chimica: manifestazione culturale con lo scopo di stimolare tra i giovani la passione per questa disciplina e di selezionare la squadra italiana destinata alle¬†Olimpiadi internazionali della Chimica.
    I Giochi della Chimica sono nati nel 1984 in Veneto su iniziativa del prof. Scorrano dell’Universit√† di Padova e sono rimasti inizialmente una manifestazione regionale. Dal 1987 sono diventati una manifestazione nazionale e si svolgono in tre momenti: una fase regionale, una fase nazionale e una fase internazionale, in modo simile a tutte le altre manifestazioni gi√† citate
  • Insieme a queste ne esistono delle altre, non meno importanti, quali:¬†Web Trotter, Bebras, Sci-Tech Challenge, premio Marcolie tanti altri!

Il Liceo Antonelli non si è limitato a partecipare numeroso, ma molte volte ha vinto!
Ecco i risultati pi√Ļ importanti ottenuti dai nostri studenti negli ultimi anni:

  • Marta Zaccaria: la pi√Ļ ‚Äúrecente‚ÄĚ vincitrice della fase locale e regionale delle Olimpiadi della Chimica, ha partecipato alla gara nazionale (14esima classificata)
  • inguaggiatoLuca Inguaggiato:¬†vincitore della fase locale e regionale delle Olimpiadi delle Neuroscienze durante il suo III anno di scuola superiore, arrivando primo nazionale e 12¬į alla competizione mondiale in Australia, durante il II e IV partecipa alle olimpiadi della Chimica, qualificandosi 4¬į e 10¬į alle fasi regionali. ‚ÄúIl vero premio di queste olimpiadi √® il fatto che ti permettono di conoscere persone spesso brillanti che condividono il tuo stesso interesse in campo scientifico‚ÄĚ
  • Michelangelo Tartaglia:¬†vincitore tutti gli anni della fase scolastica delle Olimpiadi di Matematica, durante il suo III anno ha vinto la medaglia di bronzo e durante il suo IV anno ha vinto la fase provinciale. Contemporaneamente si √® qualificato vincitore delle Olimpiadi di Fisica (fase scolastica). In seconda ha vinto la fase regionale delle Olimpiadi della Chimica ed √® risultato ottavo nazionale. In prima ed in seconda poi √® entrato nella squadra regionale di MateTraining e in terza √® risultato ottavo regionale al Digital Mate Training‚Ķ insomma un ‚Äúmostro dei numeri‚ÄĚ, Michelangelo!
  • Anna Pan:diplomata l‚Äôanno scorso con 110 e lode/100, Anna ha vinto molti premi mentre frequentava l‚ÄôAntonelli:
     Olimpiadi delle neuroscienze 2014/ International Brain Bee (prima classificata alla fase locale, regionale e nazionale e sesta classificata alla fase internazionale di Washington!)
    ¬†Concorso nazionale ‚ÄúLo studente ricercatore 2015. Summer School‚Ä̬†promosso da IFOM, Milano
    ¬†Concorso regionale ‚ÄúScientific Summer Academy 2015‚Ä̬†promosso dal¬†Centro interuniversitario Agor√† Scienza di Torino
    ¬†Concorso regionale ‚ÄúScientific Summer Academy 2015‚Ä̬†promosso dal¬†Centro interuniversitario Agor√† Scienza di Torino
    ¬†Premio ‚ÄúDNA Day Essay Contest 2016‚ÄĚ, premio nazionale conferito da SIGU (Societ√† Italiana di Genetica Umana)
    ¬†Concorso ‚ÄúDiventiamo Cittadini Europei‚Ä̬†promosso dal Consiglio Regionale del Piemonte in collaborazione con il Parlamento Europeo.( per 4 anni consecutivi insieme a un team di altri studenti del Liceo) –¬†Selezionata per partecipare al¬†92¬į Corso di orientamento universitario¬†presso¬†Scuola Normale Superiore, Pisa
    Insomma Anna √® davvero un ‚Äúmostro sacro‚ÄĚ dell‚ÄôAntonelli e quando l‚Äôabbiamo contattata ci ha fatto sapere che le manca molto il Liceo. Ha anche voluto lasciarci un breve pensiero:

    ‚ÄĚQuando misi piede per la prima volta all’Antonelli, non avrei mai immaginato che svolta radicale avrebbe apportato alla mia vita. Quello che mi piacerebbe consigliare ai futuri e attuali ragazzi √® di vivere appieno il liceo: “mettetevi in gioco, partecipate alle iniziative che vi vengono proposte! E non sottovalutatevi. La marcia in pi√Ļ, nella stragrande maggioranza dei casi, √® data dalla voglia di fare e di rischiare.”.

Ci sarebbero tantissimi altri esempi da fare e chi vuole lasciarci detto qualcosa sulla sua esperienza alle olimpiadi ci contatti e verrà inserito nel prossimo numero!

di Luca Galuppini, con la collaborazione della redazione.

SONDAGGI DELL’ECO

Ecco i dati degli ultimi sondaggi della redazione riguardo il progetto Accoglienza e l’open-day, che ogni anno coinvolgono i nuovi studenti dell’Antonelli.

Gli alunni del biennio hanno risposto quasi tutti¬† positivamente alle domande proposte, e quindi si pu√≤ riscontrare un’alta soddisfazione rispetto al progetto Accoglienza.

accoglienza open-day

 

 

 

 

 

 

Articolo e raccolta dati di Sara Lorenzo e Giulia Gianetti

EDUSCOPIO 2016

Come ogni anno eduscopio.it ha pubblicato i suoi rapporti riguardo le scuole superiori.
L’idea di fondo del progetto eduscopio.it è proprio quella di valutare gli esiti successivi della formazione secondaria Рi risultati universitari e lavorativi dei diplomati Рper trarne delle indicazioni di qualità sull’offerta formativa delle scuole da cui essi provengono.
Ecco i risultati del liceo Antonelli, che come l’anno scorso √® stato individuato come miglior liceo scientifico della provincia di Novara.

eduscopio

 

 

 

 

 

 

di Luca Galuppini, Ilaria Trovati e Ymen Hdiguellou

L’ECO PRESENTA: INTERVISTE

Una nuova rubrica del giornalino, quella delle interviste. Ogni volta nuove, andranno pian piano a formare un quadro competo dei “personaggi” che si possono trovare all’interno del Liceo.
Questa settimana abbiamo intervistato Enza, segretaria formidabile e le due collaboratrici scolastiche Gemma e Antonia.

 

dsc_0008
Enza nel suo ambiente naturale..la segreteria!

Nome: Enza
Cognome: D’Ambrosio
Biografia: di origini salernitane Enza ama la palestra, la corsa e la zumba, √® anche un’assidua giocatrice di burraco. Enza √® un personaggio “di spicco” all’interno della nostra segreteria, ed √® quella persona con cui gli alunni, fin dal primo giorno in cui metteranno piede nel Liceo, avranno a che fare. La frase tipo di Enza, che si occupa tra le altre cose di raccogliere i soldi e le autorizzazioni delle gite, √®: ” prima i soldi e poi le autorizzazioni!”

“Enza, cosa rappresenta per te l’Antonelli?”
“L’Antonelli √® la famiglia che mi stressa di pi√Ļ, ma continuo a prendermene cura perch√® nonostante tutto mi piace tanto. Gli studenti mi danno la carica per proseguire… mi fanno imparare molto…. e conoscere…. e studiare…”

Abbiamo anche intervistato le due collaboratrici Gemma e Antonia, che non hanno voluto inserire la foto per mantenere quel pizzico di curiosit√† nei futuri iscritti…

Nome: Gemma                                                                         Nome: Antonia
Biografia:
Le due signore sono facilmente riconoscibili da tutti, perch√® oltre che essere sempre disponibili e pacate, girano sempre in coppia, come Bonnie & Clyde, come i Carabinieri, come Tot√≤ e Peppino…

“Che cosa rappresenta per voi l’Antonelli?”
“Per noi l’Antonelli √® tutto, dopo 21 anni passati qui e dopo aver visto tanti ragazzi e ragazze diventare uomini e donne, √® quasi una soddisfazione personale per noi accompagnarli fino alla quinta. E’ quasi una famiglia per noi: i ragazzi sono rispettosi, educati e simpatici, cosa che contraddistingue anche i professori.
Insomma, non cambieremmo il Liceo Antonelli con nessun’altra scuola!

di Luca Galuppini e Davide Genovese

WONDERBOX la memoria non si spegne

WONDERBOX LA MEMORIA NON SI SPEGNE

‚ÄúWonderbox la memoria non si spegne‚ÄĚ √® un bando ministeriale rivolto alle scuole nel 2015 per sensibilizzare sul tema della Shoah e della Seconda Guerra Mondiale.

Il Dirigente scolastico Mauro Verzeroli del Liceo Scientifico Antonelli di Novara assieme all’Ufficio Scolastico Provinciale di Novara e in particolare alla dottoressa Colla ha aderito al progetto.

Come si è sviluppato il lavoro.

Nel giugno 2016 si √® riunita una commissione formata da insegnanti e studenti di diverse scuole novaresi: Liceo artistico-musicale Casorati, I.I.S. Bonfantini, Liceo Scientifico Antonelli. √ą stata effettuata una scelta di campo: comprendere memorie di guerra e Shoah; cercare tra le memorie familiari e locali in prima battuta.

Sono stati coinvolti l’Istituto Storico della Resistenza i Novara, la Fondazione Faraggiana, l’Archivio di Vespolate e l’Archivio storico centrale di Roma.

Ha collaborato con grande interesse anche l’Associazione Italia-Israele.

Ma in concreto.

Si deciso di realizzare uno spettacolo teatrale prodotto interamente dalla creatività di studenti e studentesse coordinate poi dalla regista Elena Ferrari che nel corso del primo quadrimestre segue il lavoro di sceneggiatura e produzione dell’opera.

Studenti e studentesse di diverse classi (IV e V) e scuole hanno ideato pièces diverse che verranno assemblate in una cornice.

Gli studenti del Liceo Antonelli partecipano alla sceneggiatura ed alla recitazione. Il Liceo Casorati ha prestato al sua opera nella composizione della parte musicale.

Il termine di questo ambizioso lavoro.

Il 25 gennaio 2017 si terrà una rappresentazione gratuita al mattino per le scuole protagoniste. La sera del 28 gennaio ci sarà una replica per il pubblico cittadino al Faraggiana.

Le informazioni dell’articolo sono state fornite dal Prof. Gianni Galli, coordinatore del progetto.

tguibdg

di Giulia Cintioli

REFERENDUM COSTITUZIONALE

Approvate il testo della legge costituzionale concernente ‘disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del Titolo V della parte seconda della Costituzione’, approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta ufficiale numero 88 del 15 aprile 2016?

perché SI’

perché NO

‚ÄĘ si supera il bicameralismo di Camera e Senato fonte di continui rallentamenti legislativi; maggiore snellimento dello stato.

‚ÄĘ i nuovi senatori sono¬† eletti dal popolo (sindaci e presidenti di Regione)

‚ÄĘ diminuisce i costi della politica

‚ÄĘ √® una riforma chiara e comprensibile, chiarisce le competenze di Stato e Regioni, dopo 20 anni di vuoto

‚ÄĘ amplia la partecipazione diretta dei cittadini: il Nuovo Senato discute e delibera sulle proposte popolari

‚ÄĘ si creano conflitti di competenza tra Stato e Regioni, tra Camera e Nuovo Senato


‚ÄĘ depotenziamento della capacit√† rappresentativa popolare

‚ÄĘ il risparmio √® poco (54 milioni di euro), ma c’√® maggiore democrazia; meglio diminuire anche i deputati

‚ÄĘ √® troppo innovativa, chi dice che funzioni?

‚ÄĘ si va verso un governo “presidenziale”

La tabella è il frutto di una ricerca degli studenti del triennio che si fonda su giornali di diverso orientamento per capire la vita politica del nostro paese.
Fonti:
-V. Chiti\E. Mazzarella, Avvenire 4 ott 2016
-D.Martirano, Corriere della Sera
-F. Clementi\A.Pace , la Repubblica 11 ott 2016

 

di Caterina Dubini, Alessia Invernizzi, Irene Ferrari, Davide Genovese

Giornalino scolastico, per rimanere sempre connessi con le iniziative della scuola e per farla conoscere al pubblico

WordPress Appliance - Powered by TurnKey Linux